Tagboard




Guild Wars© è un marchio di NCsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.

©2004 ArenaNet, Inc. Tutti i diritti riservati. ArenaNet, Arena.Net e il logo ArenaNet sono marchi o marchi registrati di NCsoft Corporation negli Stati Uniti o in altri Paesi.






LE CITTA'

Rata Sum

Rata Sum è la capitale degli Asura. Quando il Grande distruttore li costrinse ad abbandonare le loro case dalle profondità di Tyria, loro si stabilirono nelle rovine di una precedente civiltà, instituendo generatori geomistici di forza all'interno di questi confini già fortificati e stabilirono la loro nuova capitale in quell'area. L'estetica di quelle rovine riflettono l'architettura moderna degli Asura. Ora Rata Sum è un capolavoro geometrico, un testamento al progresso inarrestabile.


La Cittadella Nera

La Cittadella di Ferro è la capitale dei Charr. E' stata costruita ad Ascalon, sopra le rovine di Rin. I dispositivi di assedio e le trappole meccaniche sono costruite qua prima di essere collaudate nella battaglia. Vicino al centro della capitale vi si trova una grossa arena.

Divinity's Reach

Divinity's Reach è la capitale di kryta ed è anche l'insediamento degli umani. Costruita sulla Costa delle Divinità, divenne capitale quando l'arco del leone venne sommersa dalla riemersione di Orr.

Arco del Leone

La città libera dell'arco del leone è una citta di pirati in Kryta. Dopo l'allagamento, mercenari e corsari ricostruirono la città, che esiste oggi giorno come Casa delle Gilde. Inoltre, all'interno della città, vi è un portale per la Sala degli Eroi, il quale può essere usato da tutte le razze.

Hoelbrak

Hoelbrak è il più grande insediamento Norn che fu costruito dopo che i servitori di Jormag li costrinsero a lasciare le loro terre in Cimefredde Remote. Questo posto si può definire come punto di raduno e d'incontro per i Norn. Hoelbrak è situato a Cimefredde, e all'interno ci sono diversi rifugi, nei quali i Norn cercano la saggezza degli Spiriti della Natura.


Il Boschetto

Il Boschetto è la capitale dei Sylvari. Questo posto condivide molti parallelismi con quello che un tempo era il Rifugio di Ventari, il quale fu fondato sui valori delle pace e della misericordia, ed è anche il luogo ove risiede l'albero madre, un esemplare raro di albero che diede la vita ai Sylvari.